Home | Cosa facciamo | L'arte come mezzo

L'arte come mezzo

Il PROGETTO MUS-E nasce da un'idea del Maestro Yehudi Menuhin che intuì come la scuola primaria può essere il luogo dove far crescere le potenzialità espressive e la capacità di osservazione e relazione dei bambini.
Questo percorso artistico/pedagogico propone ai bambini un'esperienza cognitiva finalizzata all'integrazione.
Secondo l'intuizione di Menuhin, attraverso l'arte, i bambini imparano a comunicare con un linguaggio universale in cui le differenze diventano ricchezze.
Le discipline artistiche praticate nei laboratori MUS-E sono la musica, il canto, il teatro, il movimento nelle sue forme più diverse, le arti figurative e il mimo. L'attività di gruppo facilita la comunicazione e la condivisione delle esperienze creative e promuove l'integrazione tra bambini di diverse provenienze socio-culturali.
Il progetto viene proposto alle scuole dell'infanzia e alle primarie pubbliche con elevata presenza di bambini immigrati o dalla difficile situazione socio-familiare.
Attraverso l'esperienza artistica, con l'utilizzo di linguaggi non verbali si valorizzano tutte le esperienze espressive e le diverse specificità culturali. Inoltre il bambino impara a conoscersi, a mostrarsi agli altri con spontaneità e ad accettare le altrui diversità, vivendole come una risorsa e non come un limite.
In questo modo i più piccoli si sentono liberi di esprimersi ed acquisiscono autostima e rispetto per gli altri, verificando nel laboratorio artistico -dove bambini, insegnanti e artisti collaborano attivamente- che ciascuno è parte di un tutto, scoprendo il valore e la gratificazione dell'agire condiviso.
Il progetto è rivolto anche ai bambini diversamente abili, in quanto permette loro di esprimere le proprie qualità troppo spesso sottovalutate.
La finalità che MUS-E si propone non è l'apprendimento di specifiche tecniche artistiche ma la condivisione del codice di comunicazione delle singole arti e la scoperta delle più diverse modalità espressive.
In questo modo, la scuola non è più soltanto luogo di studio e di apprendimento, ma diventa anche spazio per vivere insieme con creatività e passione.
La nostra esperienza ci ha permesso di verificare che il progetto MUS-E ha aiutato i bambini ad integrarsi maggiormente, ma ha anche prodotto effetti positivi nei rapporti tra alunni, insegnanti e artisti e tra le famiglie e la comunità scolastica.
Con MUS-E l'arte, nelle sue molteplici forme va a scuola e diventa scuola per i bambini, cittadini di domani.