Home | Mus-e: una serata dedicata all’arte per l’integrazione

Mus-e: una serata dedicata all’arte per l’integrazione

01 Agosto 2017

L’Officina del Sole ha ospitato l’annuale cena di beneficenza a favore dell’associazione Mus-e: 200 i par...tecipanti, per una serata all’insegna della bella musica e del buon cibo per parlare di scuola aperta e solidale.

Bellissima serata, venerdì 28 luglio, all’Officina del Sole di Montegiorgio per la cena di beneficenza a favore dell’associazione Mus-e del Fermano onlus. Duecento gli intervenuti all’evento charity organizzato dall’associazione presieduta dall’imprenditore calzaturiero Enrico Paniccià. “Abbiamo superato ogni aspettativa raccogliendo davvero tante adesioni per un progetto, Mus-e, che si occupa di un tema delicato ed importante, ed estremamente attuale: l’integrazione. Questo tema sarà la chiave per il futuro delle nuove generazioni, per una società aperta e solidale, e non chiusa e timorosa. Avere con noi tante persone che condividono questa filosofia ci dà forza e speranza per continuare a lavorare nelle scuole del fermano e non solo, visto che già operiamo anche a Comunanza e probabilmente attiveremo laboratori nell’area maceratese”.


Tra brani swing con l’inconfondibile sound di Riccardo Foresi e il suo gruppo che hanno interpretato magistralmente un repertorio accattivante e coinvolgente, gli intermezzi delle artiste Mus-e Lucia De Angelis e Gaia Valbonesi, le pietanze di eccellenza fornite gratuitamente dai migliori produttori del territorio e la magica atmosfera dell’Officina del Sole messa a disposizione grazie alla generosità dell’imprenditore Lanfranco Beleggia presente alla cena, la serata si è svolta piacevolmente consentendo ai numerosi ospiti di poter approfondire la conoscenza sulle attività di Mus-e.

Tra le varie progettualità è stata presentata anche una campagna di crowdfunding per raccogliere fondi a favore degli alunni delle scuole dei comuni di Visso e Amandola grazie all’impegno dello scrittore Gino Marchitelli che, dal 19 agosto al 4 settembre compirà un ciclotour cultural-solidale lungo tutta la costa adriatica percorrendo 1200 km in bicicletta per promuovere il suo ultimo libro “Ben, Tondo e gatto Peppone” e sensibilizzare il pubblico sul lavoro che Mus-e fa nelle realtà scolastiche a rischio di disagio: l’obiettivo è organizzare laboratori artistici multidisciplinari per sostenere, anche psicologicamente, i bambini vittime del terremoto.


“A Fermo Marchitelli farà tappa il 26 agosto” prosegue Paniccià “e speriamo che anche questo nuovo progetto raccolga l’interesse di tanti che hanno a cuore il nostro territorio devastato dal sisma. In questo caso è Mus-e Italia il destinatario finale dei proventi che si andranno a raccogliere, a significare come l’attenzione della sede nazionale verso le Marche sia costante ed attiva come testimoniato anche dalla formazione nazionale di tutti gli artisti Mus-e tenutasi proprio a Fermo nel dicembre scorso. Del resto la rete è la forza di Mus-e, quella rete nazionale e internazionale che, non a caso, ha consentito a Mus-e del Fermano di poter attivare un progetto Erasmus+ con la Spagna cui partecipa il Comune di Fermo, e anche per questo, l'altra sera, con noi c’era il Sindaco Paolo Calcinaro a suggellare questo comune impegno per una scuola aperta e solidale, capace di creare le condizioni nei più piccoli per una cittadinanza consapevole e responsabile.”